Rientrano in questa categoria tutti quegli integratori in grado di agire positivamente sui livelli degli ormoni sessuali, uno fra tutti il testosterone, ma anche sulla libido.

È infatti da tempi immemori che l’uomo ricerca un aiuto dalla natura per migliorare la propria sessualità. Dobbiamo ricordare che la produzione di testosterone tende fisiologicamente a decrescere negli anni ed inoltre risente anche di situazioni di stress, di un’eventuale restrizione calorica, soprattutto se protratta nel tempo e di volumi di allenamento importanti.

Alcuni dei principi attivi di cui parleremo sono in realtà elementi presenti nel nostro organismo e la cui carenza può influenzare negativamente la produzione ormonale.
In altri casi si tratta di piante che vengono usate, da più o meno tempo, per aumentare non solo i livelli di testosterone, ma anche agire sulla libido.
L’intento di questo articolo è di elencare alcuni composti la cui efficacia è conosciuta e documentata in letteratura.

1. Acido-D-aspartico:

E' un amminoacido correlato con il rilascio dell’ormone luneinizzante (LH) e del testosterone.
È sufficiente un’assunzione continuativa di una settimana per avere dei risultati ma è necessario assumerlo a cicli poiché dopo alcune settimane consecutive di integrazione, i livelli di testosterone tornano a quelli iniziali. Ciclizzandolo, non se ne perde l’efficacia.

D-Aspartic Acid 200 g


2. Maca:

E' una pianta della stessa famiglia dei broccoli (Brassicaceae) la cui radice mostra effetti di aumento della libido sia nell’uomo che nella donna. Questi effetti sono sia dose che tempo-dipendenti. La letteratura sembra confermare l’uso secolare della Maca come afrodisiaco ma studi approfonditi indicano che il suo meccanismo d’azione non sia direttamente correlato con una variazione dei livelli ormonali. Sono anche noti benefici per la salute della prostata e del sistema nervoso, così come anche effetti positivi nel ridurre l’ansia.

Maca 60 cps


3. Suma:

Si tratta di una pianta i cui fitosteroli, hanno effetti positivi sul sistema ormonale. Nei mammiferi di sesso femminile sono in grado di stimolare la produzione di 17-beta-estradiolo, ed anche di progesterone e quindi anche di testosterone negli individui di sesso maschile.
Ciò è provato da studi presenti in letteratura, i quali fanno però notare che deve essere presente un adeguato quantitativo di grassi nella dieta e in particolare di colesterolo, per poter sostenere l’effetto della Suma di stimolare la sintesi degli ormoni steroidei.


Ergo Test 60 cpr



4. Cordyceps sinensis:

Si tratta di un fungo contenente diversi principi attivi (polisaccaridi, β-D-glucani, acido cordicepico e cordicepina), con numerose attività terapeutiche. È un fungo considerato dalla medicina tradizionale cinese come quello con maggiore azione tonica, infatti può essere utilizzato nell’attività sportiva, in caso di facile esauribilità muscolare, dispnea da sforzo, eccessiva formazione di acido lattico nei muscoli e per migliorare l’adattamento all’altitudine. Avrebbe infatti azione immunomodulante, antiossidante, ipoglicemizzante. Recentemente è stato confermato che agisce sulle cellule di Leydig stimolando la steroidogenesi e quindi portando ad un aumento dei livelli di testosterone nel sangue. Di conseguenza può influenzare positivamente la libido e l’attività sessuale.

Cordyceps 500 mg 50 cps


5. Fieno greco, Trigonella foenum-graecum:

Si tratta di una pianta di cui si utilizzano i semi. È conosciuta da tempi antichi come pianta antinfiammatoria, in grado di stimolare la produzione di latte, ipoglicemizzante ed afrodisiaca. Per quanto riguarda infatti gli ormoni maschili, dagli studi emergono risultati positivi sui livelli di testosterone (libero e totale), sulla forza muscolare, sull’anabolismo e sulla percentuale di grasso corporeo. Non si è comunque certi se il meccanismo d’azione stimoli direttamente la produzione di testosterone o agisca inibendo la sua aromatizzazione in estrogeni.

Fieno Greco 100 tav


6. Zinco:

E' un minerale e un micronutriente, molto importante per il funzionamento di numerosi enzimi, la cui carenza è correlata anche con un abbassamento dei livelli di testosterone. L’effetto positivo su questo ormone si riscontra particolarmente in coloro che sono carenti di zinco. L’enzima alcol deidrogenasi che metabolizza l’etanolo nel nostro fegato, funziona proprio grazie allo zinco: un eccessivo consumo di alcolici può indurne carenza. Le ostriche, ricordate come cibo dalle proprietà afrodisiache, devono questa caratteristica proprio all’elevato contenuto di zinco rispetto ad altri cibi. Un altro alimento piuttosto ricco in zinco è il formaggio grana. Lo zinco presente nei cibi di origine vegetale non viene assorbito in modo del tutto ottimale a causa della presenza di acido fitico. Giornalmente perdiamo circa l’1% di zinco e se non adeguatamente integrato, possiamo incorrere in disturbi come perdita di capelli, unghie fragili, frequente comparsa di afte nel cavo orale, suscettibilità alla comparsa di acne. Riguardo alla sfera degli ormoni sessuali nell’uomo, una dieta carente di zinco può ridurre i livelli circolanti dell’ormone LH e del testosterone, alterare il metabolismo epatico degli ormoni steroidei e i livelli dei recettori sessuali, e condurre quindi ad un decremento della libido, che può risolversi con un’adeguata supplementazione.

Zinco 60 cps


7. Magnesio:

E' un minerale ed è il secondo elettrolita più importante nel nostro organismo. La carenza di magnesio è la seconda carenza nei paesi economicamente sviluppati dopo quella di vitamina D, questo anche perché la dieta occidentale media ne è carente.
Bassi livelli di questo minerale sono correlati con l’innalzamento della pressione sanguigna, ridotta tolleranza al glucosio ed eccitazione nervosa. Se infatti viene somministrato come integrazione per colmarne la carenza, ha proprietà leggermente sedative, riduce la pressione sanguigna e migliora la sensibilità insulinica. Come lo zinco, integrarlo in caso di carenza può aumentare i livelli di testosterone.
Questo è soprattutto valido per gli atleti, i quali hanno maggiori perdite di magnesio attraverso il sudore.

Magnesio Citrato 90 cps



8. Vit D 3 o colecalciferolo:

Si tratta di una vitamina liposolubile molto importante, conosciuta soprattutto per il suo ruolo nella salute ossea. È correlata con i livelli di testosterone e in generale con la fertilità maschile. Il recettore per la vitamina D si trova infatti anche sulle cellule del testicolo: gli enzimi testicolari responsabili della produzione e maturazione degli spermatozoi risentono della regolazione dettata dalla vitamina D che esplica a questo livello un ruolo di protezione del DNA. Inoltre sostiene direttamente la steroidogenesi, cioè il processo di sintesi degli ormoni steroidei, qual’è il testosterone. Si stima che in Italia circa l’80% della popolazione abbia carenza di vitamina D. Per colmare la sua carenza si consigliano assunzioni frazionate e costanti soprattutto nei mesi invernali.


Vitamina D3 2000iu Complex 50 cps


9. Boro:

E' un minerale presente in tracce nel nostro organismo e un micronutriente la cui importanza non sempre è adeguatamente sottolineata. Esso è coinvolto in diverse reazioni fra cui il metabolismo osseo e la regolazione degli ormoni sessuali e, pur non essendo chiaro il meccanismo d’azione, sono evidenti gli effetti positivi non solo nell’uomo ma anche nella donna: è in grado di aumentare sia i livelli di 17 beta estradiolo (utile nella donna in menopausa) che di testosterone libero sia nella donna in menopausa che nell’uomo.

Boron 3 100 cpr (0115)



Molti di questi principi attivi sono compresi in formulazioni stack “all in one” che ne facilitano l’assunzione come ad esempio T-Power Gold di Vitamincompany.

T-Power Gold 100 cpr


Per via della presenza di alcune molecole lipofiliche, ne viene consigliata l’assunzione poco prima o poco dopo un pasto contenente grassi.



Utilizza il codice coupon TESTOBOOSTER10 per un Extra Sconto del -10% su tutta la categoria Supporto Uomo.


 

Dott. Marco Guercioni
Biologo Nutrizionista

 

Marco Guercioni è Dottore Specializzato in Biologia e Nutrizione, con una lunga esperienza nel campo della nutrizione sportiva, del dimagrimento e della ricomposizione corporea. Fa parte del Team “Ricerca, Sviluppo e Divulgazione scientifica” di VitaminCompany e contribuisce allo studio di nuove formulazioni, alla creazione di articoli scientifici e alla consulenza professionale.